Sintomi da cervicale infiammata e smartworking: i rimedi della fisioterapista

Sintomi da cervicale infiammata e smartworking: i rimedi della fisioterapista

Annalisa Grasso

Indice

1. Infiammazione da cervicale: sintomi e cause

Smartworking e sintomi della cervicalgia sembrano andare di pari passo: non dobbiamo stupirci dell'incremento del numero di persone che soffrono di disturbi legati all'infiammazione da cervicale. Sintomi e cause sono da ricercare scorrette posizioni che assumiamo quando lavoriamo da casa.

Come riuscire a risolvere e prevenire questo disturbo?

Lo abbiamo chiesto ad Annalisa Grasso, fisioterapista, che ci fornisce in questo articolo 5 consigli utili per contrastare mal di schiena e infiammazione dovuti alla cattiva postura, per evitare in futuro l'insorgere di mal di testa, dolori al collo e di molti altri sintomi.  

Infiammazione da cervicale: sintomi e cause

Da oltre un anno le modalità di lavoro di milioni di persone sono profondamente cambiate a causa della pandemia da coronavirus. 

Secondo l’ultima ricerca dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, il cosiddetto “lavoro agile” è entrato a far parte della quotidianità di oltre 5 milioni di italiani. Di certo, dunque, non è un caso che vi sia un aumento di disturbi legati all'infiammazione da cervicale: sintomi e cause sono da ricercarsi proprio nel lavoro da casa.

Lo smartworking si accompagna spesso a sintomi da infiammazione cervicale, come dolori posturali, mal di testa, mal di schiena, dolore al collo o al tunnel carpale e persino cervicobrachialgia, un sintomo della cervicale infiammata per cui il dolore può irradiarsi dal collo alle dita della mano.  

Da cosa è dovuto? La causa è presto spiegata: questo profondo cambiamento di abitudini legate ad uno stile di vita ha portato a una maggiore sedentarietà e a posture scorrette, a causa di postazioni di lavoro domestiche “arrangiate” che hanno contribuito all’incremento di dolori cervicali, lombari e alla colonna vertebrale.  

In casa, di fatti, difficilmente si è dotati di una sedia ergonomica, di un poggiapiedi o di una scrivania adatta, motivo per cui sarà la zona cervicale a risentirne di più.

Quali sono dunque i rimedi per il dolore a collo e schiena?

Tutte le accortezze appena consigliate possono essere un buon modo per prevenire ed evitare il dolore al tratto cervicale; tuttavia, dal momento che il fastidio e l'infiammazione diventano più forti sarebbe bene mettersi nelle mani di un professionista che possa aiutarci a migliorare la situazione.

Autore
Professionista

Annalisa Grasso

Fisioterapista